IL CONTROSENSO DELLO SHOPPING

01.12.2020

di Francesco Barana

Contro gli assembramenti il sindaco Sboarina invita a fare shopping non solo nel weekend. Sarebbe interessante capire come, dato che la gente in settimana e durante il giorno normalmente lavora (quelli che non lavorano lo shopping tendenzialmente non lo fanno) e il weekend è stato compresso al solo sabato. Difficile poter concentrare tutto usciti dall'ufficio alle 18.30, 19 quando magari la priorità è la spesa e altro e i negozi a quell'ora chiudono. Anche perché lo shopping, piaccia o meno, generalmente non è attività da mezz'oretta e via.Due le soluzioni, al di là delle parole un po' surreali di chi mostra di non conoscere benissimo la realtà della gente comune: o si amplia l'orario dei negozi fino alle 21 e si ripristina la domenica, per distribuire il più possibile i flussi, o si chiude tutto pure al sabato così è sicuro che si evitano gli assembramenti. Due soluzioni opposte, ma quantomeno radicali. Ma il "mezzo e mezzo", "chiudo ma lascio aperto", "apro ma guai se viene la gente", cioè lo schema attuale, porterà la massa nei luoghi commerciali al sabato, indipendentemente dagli alti lai istituzionali. Non è difficile da capire.